Baobab, OS: brutale violenza di Stato contro persone e solidarietà

Osservatorio Solidarietà Carta di MilanoComunicato Stampa 

Milano, 14 novembre 2018

 

Lo sgombero brutale della sede di Baobab Experience e la dispersione delle persone ivi accolte, senza provvedere alcuna soluzione alternativa per la loro sistemazione, mostrano con chiarezza quali sono i pilastri delle politiche del Governo Conte-Salvini-Di Maio che legano indissolubilmente la guerra ai migranti al tema della cosiddetta “sicurezza”.

Si ostacola in tutti i modi qualsiasi forma di solidarietà, anche quando essa supplisce a una volontaria e colpevole inerzia da parte del Governo e delle autorità, per sancire che per i migranti non deve esserci posto né rifugio in questo Paese.

Si lasciano per strada, allo sbando, centinaia di persone senza tetto né dimora per aumentare il senso di insicurezza tra la popolazione e perché siano di monito su quanto potrebbe succedere a tutti, domani, se non ci si adegua alle regole che mettono al bando la solidarietà.

Si ribadisce che l’unica risposta possibile all’insicurezza – enfatizzata o creata ad arte – è la violenza di Stato, senza alcuna considerazione per l’esistenza e il destino delle sue vittime. Mentre si ignora l’insicurezza vera, quella data, ad esempio, dal continuo aumento delle morti sul lavoro, dovute a una colpevole mancanza di controlli e tutele.

Si promuove il razzismo, non solo verso i migranti, ma verso i poveri e gli emarginati.

Nell’esprimere tutta la solidarietà dell’Osservatorio Solidarietà Carta di Milano ai volontari e agli ospiti sfrattati di Baobab Experience ci impegniamo a intensificare i nostri sforzi per un radicale cambio di rotta delle politiche italiane ed europee nei confronti di profughi, migranti e poveri.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *